La tradizione del giovedì Santo secondo lo chef Valentino Buonincontri

La tradizione del giovedì Santo secondo lo chef Valentino Buonincontri
Tempo di Lettura: < 1 minuto

Polpo verace, cozze di scoglio, maruzzielli, gamberi, freselle di grano duro ed olio piccante: la zuppa di cozze è il piatto immancabile del “Giovedì Santo”. Una tradizione tutta napoletana che, nel corso degli anni, ha preso piede anche in provincia diventando un vero e proprio “must” della settimana Santa.
Lo sa bene lo chef Valentino Buonincontri del noto ristorante “Berties Bistrot” di via dei Mille a Nola che, visto il gradimento riscontrato lo scorso anno, raddoppia proponendo il gustoso piatto due giorni consecutivi, giovedì 1 e venerdì 2 aprile.

“Un piatto ricco cucinato secondo regola con ingredienti e prodotti di prima scelta per non far mancare la tradizione a tavola – spiega il giovane Valentino – purtroppo l’emergenza sanitaria ci impone regole rigide ma non spegne i nostri fornelli nè la fiducia delle persone che hanno bisogno di normalità. Motivo per il quale la tradizione del “giovedì Santo” va avanti, anzi raddoppia, per soddisfare tutte le esigenze. E quest’anno la zuppa di cozze avrà sapore dell’ottimismo perché noi ristoratori non molliamo grazie anche all’affetto continuo dei  nostri clienti”.