Folla sul lungomare, De Luca: Responsabilità o rischiamo di riaccendere l’epidemia

Folla sul lungomare, De Luca: Responsabilità o rischiamo di riaccendere l’epidemia
Tempo di Lettura: < 1 minuto

Tantissime persone ieri hanno affollato il lungomare di Napoli, nel primo giorno di allentamento delle restrizioni nella regione Campania. Da ieri, infatti, in due distinte fasce orarie, è possibile praticare attività motoria non agonistica, con le dovute precauzioni e mantenendo il distanziamento sociale. Tuttavia, guardando le immagini ed i video che hanno invaso il web, in molti non hanno rispettato le indicazioni, scatenando l’ira del Governatore, Vincenzo De Luca.

“Chiariamo che non siamo tornati alla normalità – afferma il Presidente della regione – è semplicemente un modo per dare respiro alle famiglie dopo due mesi di chiusura. Ma non è il ritorno alla normalità e bisogna rispettare tre condizioni essenziali: la mascherina, sempre, lavarsi le mani, sempre e mantenere il distanziamento sociale di un metro e mezzo/due metri.
Bisogna ricordare questi tre obblighi e rispettarli, sempre. Se si determinano nuovi assembramenti, noi corriamo il rischio di vedere riaccendersi l’epidemia. Bisogna essere estremamente responsabili. Non bastano le ordinanze
– chiude De Luca – se non c’è senso di responsabilità da parte dei cittadini.