Violazioni del DPCM, chiuso il LIDL di Camposano

Violazioni del DPCM, chiuso il LIDL di Camposano
Tempo di Lettura: < 1 minuto

Sanzione e chiusura per 5 giorni, a partire da domani, per il supermercato LIDL di Camposano. A seguito di un controllo della Polizia Locale, le forze dell’ordine hanno constatato che, presso il punto vendita della catena tedesca, erano in vendita prodotti che, secondo l’ultimo DPCM del Governo, non erano tra quelli di prima necessità. In particolare, erano in vendita scarpe e abbigliamento per adulti. Secondo le ultime regolamentazioni, anti-Covid, difatti, punti vendita che, al loro interno, prevedono la vendita di diverse tipologie di prodotti, hanno l’obbligo di inibire la vendita dei quelli che non rientrano nella lista diramata dal governo.

Negli ultimi giorni, a Camposano come nel resto d’Italia, in tutti i punti vendita della catena tedesca, si è avuto un notevole incremento degli avventori, alla ricerca proprio di scarpe e capi d’abbigliamento riportanti il marchio LIDL.

Sulla questione è intervenuto, a mezzo social, il primo cittadino, Francesco Barbato: “Quest’intervento rientra nella routine di controllo giornaliera che ho disposto dall’inizio della pandemia. Sono felice che tanti colossi nazionali e internazionali hanno scelto Camposano come sede dei loro investimenti, attratti dall’aver attuato sicurezza e sburocratizzazione sul nostro territorio trasformando il Comune in un centro commerciale naturale,ma allo stesso tempo, specie in questo momento particolare che stiamo vivendo, o si tratti della più grande catena multinazionale al mondo o si tratti del semplice cittadino di paese che cammina senza mascherina, le regole qui a Camposano valgono per tutti e fin quando sarò io Sindaco le farò rispettare, perchè qui lo Stato c’è, SEMPRE!”