Tra passioni e mestieri. Relatori d’alto profilo per il workshop sulle professioni sanitarie di sabato 18

Tempo di Lettura: 2 minuti

-Saranno otto esperti a guidare i giovani interessati alla scoperta della professione medica e sanitaria nell’incontro che si terrà a Nola Sabato 18 gennaio 2020 a partire dalle 17,30 nella bellissima ex Chiesa dei SS Apostoli in via S. Felice. Ma non sarà un percorso teorico, o solamente tecnico. “Quello che sarà in gioco e crediamo interessi principalmente ai giovani è una testimonianza su cosa significa veramente fare il Medico oggi. Cosa significa portare avanti il proprio lavoro, la propria vocazione nelle difficoltà dei contesti più impegnativi e disagiati; cosa permette di stare di fronte alla sofferenza, mantenendo un animo attivo e professionale. Cosa vuol dire curare, applicare le tecniche messe oggi a disposizione della scienza, offrire soluzioni innovative, ma anche cosa concretamente rappresenta il “prepararsi e formarsi bene”, assumersi la responsabilità di assistere il malato nelle più diverse condizioni. Storie, esperienze vissute, in cui il giovane possa riconoscere una prospettiva per sé, un’immagine di senso che lo aiuti nelle proprie scelte, nel percorso formativo che vuole intraprendere”. Così Luisa Addeo, Presidente dell’Associazione Lab Work APS, attiva tra l’altro nel settore dell’Orientamento al lavoro, che ha organizzato l’incontro di Sabato insieme all’AMCI (Associazione Medici Cattolici), al Rotary Nola-Pomigliano con il suo Presidente Vito Barone e la Pro-loco città di Nola, rappresentata dalla Prof.sa Maria Grazia de Lucia. L’iniziativa, intitolata “Tra  Passioni e Mestieri: quali prospettive per le professioni mediche e sanitarie” è soprattutto a beneficio degli alunni del IV e V anno delle scuole superiori del territorio, che hanno aderito con grande interesse all’iniziativa.

Dopo i saluti dell’Assessore Annalisa Sebastiani, del Comune di Nola patrocinante l’iniziativa, Il work-shop si snoderà su tre sezioni, coordinate dal giornalista Antonio d’Ascoli. Parteciperanno infatti Rossella Miccio, presidente di Emergency, e Luigi Caliendo, direttore di UOC – Cardiologia UTIC dell’Ospedale di Nola, impegnati a raccontare la professione nei contesti di emergenza; dialogheranno di formazione e della preparazione per il superamento dei test di Medicina e Professioni Sanitarie Guido Lombardi, medico e docente nei percorsi sanitari superiori, Leonida Monda, Endocrinologo e Specialista in Scienze dell’Alimentazione, nonché Professore di fisiologia alle  Superiori e Arcangelo Annunziata, Direttore di Soluzioni, consulente e docente in Master post Universitari. Inoltre, sull’esperienza e sulle metodiche di prevenzione, interverranno Antonio Falcone, Cardiologo e Presidente di AMCI e Corrado Franzese, Urologo e Presidente della Società Italiana di Urologia Territoriale. Per le conclusioni, è prevista la presenza, particolarmente attesa (da moltissimi anni vive con la famiglia a Nola), del neo Ministro dell’Università e della Ricerca, il prof. Gaetano Manfredi.