Nola, arriva la “sfiducia”, si chiude l’era Minieri

Nola, arriva la “sfiducia”, si chiude l’era Minieri
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NOLA Dimissioni di massa e tutti a casa! Si chiude anzitempo l’amministrazione guidata dall’imprenditore Gaetano Minieri. E’ emersa nelle ultime ore la notizia delle dimissioni di massa (ben 13) da parte dei componenti del gruppo di opposizione in seno al consiglio comunale cittadino, al quale si aggiungono quelle dei consiglieri della lista “Più Nola”, che mettono fine, di fatto, alla tribolata esperienza amministrativa di Minieri.

La definitiva frattura nel gruppo di maggioranza si è consumata nell’ultimo consiglio comunale, durante il quale Vincenzo Iovino (capogruppo di Più Nola) si è reso protagonista di un durissimo attacco al sindaco, reo di immobilismo e di totale mancanza di programmazione concreta.

 “L’azione di questa amministrazione si è caratterizzata per un’evidente aggressione del territorio dal punto di vista edilizio ed urbanistico senza che il Sindaco abbia esercitato alcun potere di controllo politico e gestionale a garanzia dell’ordinato assetto del territorio.” Questo è quanto emerge dal documento che accompagna le dimissioni di massa che saranno protocollate, verosimilmente, nella giornata di domani, sfiduciando, di fatto, l’attuale amministrazione.

Sguardi puntati, dunque, agli imminenti sviluppi politici, che porteranno nuovamente i nolani alle urne, con ogni probabilità, nel prossimo mese di maggio.