Brusciano, produzione irregolare di saponi e detergenti, sequestrata azienda

Brusciano, produzione irregolare di saponi e detergenti, sequestrata azienda
Tempo di Lettura: < 1 minuto

Producevano saponi e prodotti detergenti all’interno di capannoni inagibili. Succede a Brusciano, dove i carabinieri del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, agroalimentare e forestale di Napoli hanno posto sotto sequestro due capannoni, all’interno dei quali era in attività un’azienda di produzione di sapone, detergenti sintetici, prodotti per l’igiene e profumeria. I rilevamenti delle forze dell’ordine hanno accertato che gli stabili non avevano la necessaria agibilità e che le acque, derivanti dal ciclo produttivo, erano sversate nelle fogne senza alcuna autorizzazione ne preventivo filtraggio.

Irregolari anche i registri di carico e scarico dei rifiuti speciali, nonchè la loro gestione. Il titolare, un 59enne di Casalnuovo di Napoli, è stato denunciato e sanzionato per 12400 euro.

Sequestrati macchinari per la produzione di saponi, detergenti e prodotti per la pulizia, nonchè quelli per produzione dei contenitori e relativo imbottigliamento.otto sequestro anche saponi, detergenti, profumi, prodotti cosmetici e prodotti per la pulizia pronti per la vendita stivati sia in pallet che in cisternette contenenti detersivi pronti per l’imbottigliamento, alcool e materie prime. Il valore stimato del materiale posto in sequestro è pari a circa 2 milioni di euro.