Vaccini: E’ scontro De Luca – Figliuolo

Vaccini: E’ scontro De Luca – Figliuolo
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NAPOLI “Al Commissario generale Figliuolo abbiamo comunicato che se entro questo mese non recupereremo i vaccini che ci hanno tolto, prenderemo iniziative clamorose”.

Ad annunciarlo, a mezzo social, è il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Intanto non partecipiamo più alle Conferenze Stato – Regioni -afferma il governatore – perché non intendiamo essere presi in giro da nessuno. Poi pensiamo di tutelarci in tutte le sedi, anche giudiziarie, perché questo è un netto abuso a cui bisogna porre termine. L’altro scandalo a cui bisogna porre termine – continua De Luca nel suo post – e anche questo ho detto al Commissario Figliuolo, è la mancata attivazione di Aifa (l’Agenzia Italia del Farmaco) nella valutazione di altri vaccini, a partire da Sputnik. Il nostro obiettivo è innanzitutto tutelare la salute dei nostri concittadini e per questo non dobbiamo chiedere il permesso a nessuno.

A stretto giro arriva la risposta del generale: “La campagna vaccinale deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale, senza deroghe ai principi che lo regolano, facendo riferimento all’ordinanza che indica le categorie prioritarie di persone da proteggere dal Covid 19. L’obiettivo è quello di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all’infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive”.