Frattura DEM. Minieri revoca le nomine degli assessori “democratici”

Frattura DEM. Minieri revoca le nomine degli assessori “democratici”
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NOLA – Tanto tuonò che piovve…di nuovo! Un nuovo uragano si abbatte sull‘amministrazione Minieri. La fascia tricolore, con ordinanza sindacale, pone fine, anzitempo al mandato degli assessori in quota “Nola Democratica”. Fuori dal governo cittadino finiscono Francesco Pizzella, assessore alle politiche sociali, e Annunziata Muto, chiamata solo poche settimane fa per la delega alle Politiche Sociali. Un terremoto, motivato (si legge nelle ordinanze) dal venir meno del rapporto di fiducia tra le parti.

La frattura con i DEM non è certo notizia dell’ultim’ora. Già circa dieci gironi fa le acque erano più che agitate. I democratici, in nette contrapposizione con il primo cittadino sul “caso Parthenope” hanno marcato visita al vertice di maggioranza. La temperatura si è ulteriormente innalzata nelle ultime 24 ore, con l’assenza dell’intera maggioranza, sindaco compreso, alle due convocazioni del consiglio comunale, previsto ieri mattina e, in seconda chiamata, oggi. Di fatto, anche alla seconda chiama dell’assise, convocata per approvare l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato per il triennio 2020 – 2022 è andata a vuoto.

Le prossime ore saranno roventi, ma l’uscita di scena degli assessori democratici sembra la classica goccia che potrebbe rovesciare definitivamente un vaso di cui, più volte, si è provato a rimettere insieme i cocci. Mancano poche ore alla primavera, ma la Nola politica è pronta a vive i prossimi giorni a temperature incandescenti.