CoronaVirus: In Campania primo caso nazionale di variante Sudafricana

CoronaVirus: In Campania primo caso nazionale di variante Sudafricana
Tempo di Lettura: < 1 minuto

La variante Sudafricana del Covid-19 arriva in Italia. Il primo caso di Omicron (cosi è stata ribattezzata la nuova variante) è stato identificato in Campania. A risultare positivo è un cittadino di Caserta, di ritorno dal Mozambico.

Le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni. Contagiati anche i suoi familiari, per tutti è scattata la quarantena e l’immediato tracciamento dei contati avuti in questi giorni. L’uomo, dipendente di una azienda internazionale, era rientrato in Italia qualche giorno fa con un aereo atterrato a Milano. In fase di sbarco è stato sottoposto a tampone, risultato poi positivo. L’ulteriore analisi del genoma, realizzata al “Sacco” di Milano, ha identificato la sequenza come riconducibile alla nuova variante Omicron. L’uomo era vaccinato, con doppia dose.

“Sono state tempestivamente adottate tutte le necessarie misure precauzionali – afferma il presidente della Regione, Vincenzo De Luca – e si sta procedendo anche al sequenziamento del virus per verificare la sua natura con certezza. Anche questo episodio ci invita ancora una volta a completare tutti il ciclo di vaccinazione e ad avere comportanti ispirati alla massima prudenza, a cominciare dall’uso della mascherina che in Campania è rimasto obbligatorio da sempre nei luoghi chiusi e all’aperto dove non è garantito il distanziamento. Si ribadisce inoltre la necessità che venga esercitato massimo controllo da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali, anche sanzionatorio, nei confronti di chi non ottempera all’osservanza dell’ordinanza della Regione”.