Positivo al CoronaVirus? Una Fake News. Lo sfogo del Dott. Giulio La Marca

Ai tempi del CoronaVirus, oltre alla lotta al famigerato Covid-19, ci si trova ad affrontare un altro nemico, forse meno pericoloso, ma non meno infido. La “malainformazione”, o per meglio dire, come va in voga nei tempi moderni, le fake news, sono, oramai, all’ordine del giorno. Combatterle è compito di chi, come noi, cerca ogni giorno di informare le migliaia di utenti che raggiungono le nostre testate on-line, alla ricerca di una corretta informazione.

Riceviamo e pubblichiamo questo messaggio, da parte del dott. Giulio La Marca, medico in servizio presso l’Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, su cui da qualche ora girano voci di un presunto contagio da CoronaVirus. Questo il testo del messaggio:

Sta girando una notizia falsa sulla mia positivita’ al COVID 19.
E’ FALSA !!!!!!
Se fosse vero o nel caso in cui diventassi positivo, cosa possibilissima considerato il lavoro, sarei io stesso a rendere pubblica la notizia per tutelare tutti. Io sto bene e lo ribadisco soprattutto per quelle persone che con me hanno avuto contatti nell’ultimo periodo.
Il mio pensiero va in particolar modo alle tante gravide che ho il piacere e l’onore di assistere. Continuo a lavorare , restando al servizio di tutti, come fanno tutti i miei colleghi e tutti gli operatori sanitari e credetemi lo facciamo co scienza, coscienza ed orgoglio ( a cui solo adesso tutti sono grati ).
Mentre noi rischiamo, ci sono ” persone ” che inventano, infangano, accusano, calunniano. Sicuramente farebbero meglio a restare a casa rinchiusa in bagno.
Vorrei tanto consigliare loro ” RESTANDO A CASA” di leggere un buon libro, ma mi rendo conto che la cosa e’ utopistica, perche’ considerando l’ignoranza abissale, sicuramente non sa leggere.
Grazie di cuore a tutti e, per voi che potete, restate a casa.Tutti insieme ce la faremo.
Con affetto
GIULIO LA MARCA

Avatar

Alberto De Sena

Videomaker, fotografo e Social Media Manager classe 1984. Ideatore del portale GiugnoNolano.com. Una sfrenata passione per la tecnologia e per lo sport, ma solo da guardare.