De Luca chiude piazze e giardini. Stop anche ai mercati

De Luca chiude piazze e giardini. Stop anche ai mercati
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NAPOLI – Chiusura di parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari, piazze e stop ai marcati settimanali. E questa la nuova stretta voluta in Campania dal governatore Vincenzo De Luca.

Il presidente della regione ha anticipato gli effetti della nuova ordinanza, che entra in vigore a partire da mezzanotte. Ecco la parte dispositiva del provvedimento.

  • Con decorrenza dall’11 marzo 2021 e fino al 21 marzo 2021, salvo che nella fascia oraria 7.30-8,30, è disposta la chiusura al pubblico di parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private. I soggetti competenti garantiscono la chiusura di eventuali porte e varchi di accesso.
  • Con decorrenza dal 12 marzo 2021 e fino al 21 marzo 2021, è vietato lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, ivi compresi quelli rionali e settimanali, anche con riferimento alla vendita di generi alimentari. Sono esclusi dal divieto i negozi siti in prossimità o all’interno di aree mercatali, purché provvisti di servizi igienici autonomi, limitatamente alla vendita dei generi alimentari e alle altre attività consentite sul territorio regionale dal Dpcm del 2 marzo 2021.
  • Nell’ordinanza, inoltre, si raccomanda ancora una volta alla popolazione, di evitare assembramenti e ai datori di lavori pubblici e privati il ricorso alle percentuali più alte possibili di modalità di lavoro agile.