Oltre 30 aziende del nolano attivano stage per giovani

Oltre 30 aziende del nolano attivano stage per giovani
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NOLA – Sono circa 30 le imprese del Nola Business Park che hanno deciso di attivare uno stage in azienda per alcuni dei giovani partecipanti al progetto “RI-PARTI CON L’EXPORT”, promosso da una partnership che vede coinvolti la Regione Campania, ICE-Agenzia, Anpal Servizi, Consorzio ASI Napoli e CIS – Interporto Campano.

Infatti, conclusa la fase in aula, è stata presentata questa mattina – nel corso di un evento – la seconda fase del progetto, finalizzato a formare 50 futuri Export – Manager.

Hanno partecipato all’evento, tra gli altri: gli Assessori Regionali Armida Filippelli e Antonio Marchiello, il Sindaco di Nola, Gaetano Minieri, il Presidente Agenzia ICE, Carlo Ferro, l’Amministratore Delegato di CIS S.p.A. e Interporto Campano S.p.A., Claudio Ricci, il Presidente del CIS, Ferdinando Grimaldi, e il Presidente di Interporto Campano, Alfredo Gaetani.

Secondo Claudio Ricci, Amministratore Delegato di CIS S.p.A. e Interporto Campano S.p.A., “Ri-parti con l’export è la testimonianza che il connubio tra politiche attive per il lavoro e attività imprenditoriali può portare benefici concreti, in termini di occupazione e sviluppo del territorio. Siamo consapevoli che il mercato richiede figure sempre più professionalizzate in chiave di internazionalizzazione e per questo CIS e Interporto, sin dall’inizio, hanno aderito immediatamente al progetto portato avanti da ICE, ANPal e Regione Campania, che ha finanziato l’iniziativa. La nostra mission è mettere a disposizione delle imprese del nostro distretto nuove competenze e nuovi servizi: e tale progetto si inserisce in quest’ottica, che stiamo portando avanti da alcuni anni. L’auspicio è che i circa 50 giovani, formati in aula nei mesi scorsi, che entrano oggi nelle aziende per iniziare il loro percorso “on the job”, possano rappresentare una possibile iniezione di nuova linfa per la crescita delle nostre imprese”.