Il Nola ferma l’FC Messina. 1-1 nella prima allo “Sporting”

Tempo di Lettura: 2 minuti

La prima volta allo Sporting del Nola vale il quinto risultato utile consecutivo. L’uno a uno – in rimonta s’un Messina costruito per vincere – ha un valore doppio: perché arriva in rimonta dopo un gol taglia-gambe di Carbonaro (in sospetto offside) al 3’ di recupero del primo tempo.

E perché arriva nonostante la piena emergenza (out Gaye, Esposito, oltre ai soliti Cappiello, Serrano e Sannia A.): segna Guarro dal dischetto, di rientro proprio dall’infortunio.

AZIONI SALIENTI

La partita comincia con il brivido in casa Nola, con un palo fortunoso colpito da Miele dopo una corta respinta su azione d’angolo al 14’. Al 28’ Bevis impegna Capasso con un mancino da fuori. La prima occasione bianconera capita al 38’ con Todisco che penetra in area piccola da posizione defilata, ma invece di calciare scarica per un compagno marcato e anticipato dal marcatore. Nella ripresa Esposito mette Giliberti per pungere di più e ha gli effetti sperati. Al 52’ una presunta trattenuta in area su Mileto fa infuriare Esposito che viene espulso. Al 57’ però un episodio simile, con Catavere protagonista, induce De Vincentis a indicare il dischetto: va Guarro che non sbaglia. Al 73’ il Nola sfiora il colpaccio: Stoia imbuca per Catavere che defilato sul centro-destra incrocia col destro e sfiora il palo. All’84’ entra il cannoniere del Messina Aladje e dopo 5’ serve di sponda Carbonaro, che appena dentro l’area calcia fuori. E’ l’ultima occasione del match: finisce 1 a 1.

POSTGARA

Il ds Mennitto “Il mister negli spogliatoi lo ha detto: è un punto che ne vale dieci, è un risultato ottenuto con gli attributi. Perché il Messina è costruito per vincere e noi eravamo in piena emergenza. La società e la città di Nola devono essere orgogliosi: aspettiamo i dati del gps del prof (Lubrano ndr) per capire quanto hanno corso i ragazzi”.

TABELLINO

Reti: Carbonaro al 45’ + 3’; rig.Guarro al 57’.

Nola (3-4-3): Capasso; Gargiulo, Mileto, Reale; Todisco, Calise (56′ Cardone), Langella, Guarro; Marigliano(46′ Giliberti), Catavere (89’ Sannia), Stoia. A disp.: Anatrella, Marrella, Andrulli, Moreschini, Chiacchio, Di Caterino. All. Esposito

Messina Fc (4-3-3): Aiello; Quitadamo, Fissore, D. Marchetti, Brunetti; Miele (78′ Carrozza), Giuffrida, Correnti (78′ Pini); Melillo (84′ Aladje), Carbonaro, Bevis. A disp.: Oliva, Puleo, Casella, Gioria, Santapaola, Chiappino. All. Costantino.

Arbitro: De Vincentis di Taranto.

Note: ammoniti Fissore, Correnti. Espulso mister Esposito al 53′ per proteste. Spettatori: 500 circa