Cade il fortino del centrodestra. Minieri trionfa ed è il nuovo Sindaco di Nola

Gaetano Minieri è il nuovo sindaco di Nola. Dopo 15 anni di amministrazione di centro-destra, la città dei gigli ha scelto di affidare la fascia tricolore all’ingegnere, sostenuto da 5 liste civiche, di cui una a trazione PD.

Una vittoria forte, quella di Minieri, che dopo aver sfiorato il colpaccio al primo turno (arrivando al 48,71%), esce trionfante dal ballottaggio con una schiacciante vittoria nei confronti dell’architetto Cinzia Trinchese, candidato del centro-destra. Il risultato finale è inequivocabile: il 62,32% dei nolani ha scelto Minieri come primo cittadino, la Trinchese si ferma al 37,68%.

Uno spoglio a ritmo serrato ha consentito alla città di proclamare il suo nuovo sindaco già poco dopo la mezzanotte. La festa a Piazza Immacolata, sede del comitato elettorale di Mineiri, è scattata quando ancora mancava la certezza matematica, ma la vittoria era oramai acquisita. Bagno di folla per il nuovo sindaco, che in diretta all’emittente locale, VideoNola, rilascia le sue prime parole da primo cittadino: “Un ringraziamento particolare alla mia famiglia. Ringrazio la mia squadra, dal primo…al primo, eletti e non eletti. Saremo una squadra per i prossimi 5 anni. Da oggi posiamo le armi e saremo la nuova amministrazione della città. I nostri saranno avversari politici e non nemici, se porteranno istanze valide le vaglieremo, pensiamo solo al bene della città”.

La festa si è poi spostata in Piazza Duomo, nuova casa dell’amministrazione Minieri.

L’ANALISI. TRINCHESE VINCE SOLO IN 3 SEZIONI

62,32% contro 37,68%. 11509 voti contro 6959, vittoria in 35 sezioni su 38. Da qualunque prospettiva si guardino i dati di questo ballottaggio, la vittoria di Minieri è un vero e proprio plebiscito. L’architetto Trinchese è riuscita a spuntarla solo in 3 sezioni: la numero 12 (in cui votano i residenti di Via San Massimo. conquistata con appena 8 voti di vantaggio), e le sezioni 17 e 32, dislocate nella frazione di Polvica, vero e proprio feudo storico di Forza Italia. Minieri è riuscito, rispetto al primo turno ad aumentare il suo consenso in termini di voti. Il dato finale conta 11509 preferenze, ben 850 in più rispetto alla prima tornata di voto. Calano drasticamente le preferenze per l’architetto Trinchese, che scende dagli 8937 del primo turno, ai 6959 del ballottaggio, lasciando per strada, in 15 giorni, 1978 voti.

IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

Con i risultati del ballottaggio si definisce anche la ripartizione dei seggi e la composizione del nuovo consiglio comunale. La maggioranza sarà composta dal neo sindaco Gaetano Minieri e da una squadra di 15 consiglieri:

7 appartenenti alla lista UNITI PER NOLA: Antonio Tufano, Raffaele Giugliano, Rino Barone, Lucianna Bruscino Napolitano, Salvatore Notaro, Angelo Siano, Rossella La Marca.

3 per la lista PIU’ NOLA: Vincenzo Iovino, Anna Francesca Cutolo, Alberto Verani.

3 per la lista NOLA DEMOCRATICA: Paolino Mauro, Alberto Buonaguro, Francesco Conventi.

1 per la lista NOLA IN MOVIMENTO: Francesco Pizzella.

1 per la lista NOLA801: Antonio De Lucia.

L’opposizione sarà composta dal architetto Cinzia Trinchese e da 7 consiglieri:

3 per la lista FORZA ITALIA: Enzo De Lucia, Claudia Mauro e Giuseppina Arvonio.

3 per la lista AL CUORE DI NOLA: Raffaele Parisi, Giovanni Erasmo Carrella e Carmela Scala.

1 per la lista SIAMO NOLA: Carmine Coppedo

Entra in opposizione anche il candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Tudisco, che al primo turno aveva raccolto il 10% delle preferenze.

Avatar

Alberto De Sena

Videomaker, fotografo e Social Media Manager classe 1984. Ideatore del portale GiugnoNolano.com. Una sfrenata passione per la tecnologia e per lo sport, ma solo da guardare.