Cinque schiaffi al Corigliano. Nola show in Calabria. (đź“ą VIDEO)

Il terzo successo stagionale del Nola, il primo in trasferta, è un roboante 5 a 2 al “Città di Corigliano”. Un successo frutto soprattutto dei cambi: Giliberti e Chiacchio entrano al 46’ e in 10 minuti ribaltano il risultato, cancellando la rimonta di Talamo e Catalano sul gol di Guarro nel primo tempo. Nel finale Di Caterino ruba la scena con una doppietta (doppio assist di Giliberti) e mette al sicuro il sesto risultato utile di fila dei bianconeri.

AZIONI SALIENTI

Parte subito forte il Nola. A l 6’ Serrano sfiora il palo con un sinistro a giro dopo aver sbilanciato il marcatore con una finta. Al 9’ Guarro si procura un rigore: colpo di testa fermato da un tocco di mani in area. Il capitano s’incarica della battuta e con il cucchiaio batte La Cagnina: secondo centro consecutivo dal dischetto dopo il Messina. Il Corigliano si riorganizza e reagisce. Al 26’ Catalano sfiora il palo con il mancino dal vertice destro dell’area. Al 31’ il gol di Talamo: angolo teso nel cuore dell’area, Capasso non ci arriva e l’attaccante gira in porta l’1 a 1. Al 41’ il Corigliano completa la rimonta: tocco di mano fortuito in area di Gargiulo, rigore inevitabile Catalano spiazza Capasso per il 2 a 1. Il Corigliano completa la rimonta e chiude il primo tempo in vantaggio.


Tuttavia nella ripresa il Nola mette dentro Marigliano, Giliberti e Chiacchio e in 15’ cambia tutto. Tempo 1 minuto e Giliberti raccoglie in area sul centro-sinistra, rientra sul destro e la piazza all’incrocio per il 2 a 2. Al 55’ contropiede di Giliberti contratto al limite, raccoglie Chiacchio che va in percussione e con un diagonale destro realizza il controsorpasso: 2 a 3. Al 60’ ancora uno scatenato Giliberti sorprende la difesa alta del Corigliano e s’invola, Infusino lo strattona ed Ancora gli mostra il rosso per aver interrotto una chiara occasione da gol. Chiacchio e Todisco sprecano due match point, poi al 76’ arriva il momento di Di Caterino. L’ex Fiorentina in 8’ ruba la scena con una doppietta, liberato entrambe le volte da un assist di Giliberti, suo partner d’attacco anche nella berretti della Paganese.

POSTGARA

Il dg Francesco Montervino “Quando una squadra vince con i cambi significa che il gruppo è unito, tutti si sentono coinvolti e importanti. Poi non lo dimentichiamo, i 4 gol della ripresa sono arrivati da due classe 2001 e un 2000. Il Nola dalla seconda giornata ha tenuto una media di 2 punti a gara, adesso si alza l’asticella perché affronteremo squadre allestite per un altro tipo di campionato: il Biancavilla e il Palermo. Il nostro compito è di dare soddisfazione alla gente di Nola e iniziare a costruire qualcosa che, ne sono convinto, nei prossimi anni porterà questo club dove merita”.

TABELLINO

Reti: 9’ rig. Guarro, 31’ Talamo, 41’ rig.Catalano; 47’ Giliberti, 55’ Chiacchio, 81’ Di Caterino, ’89 Di Caterino

Corigliano (4-3-3): La Cagnina; Infusino, Capuozzo, Cito, Strumbo, De Carlo, Nicodeno, Cosenza, Talema, Catalano, Khouaja; D’Aquino, Gifford, Mazzocchi, Bianco, Balzamà, Proto, Schena, Cjiurco, Braglia. All. De Sanzo.

Nola (3-4-3): Capasso; Guarro, Mileto, Reale; Todisco, Cardone (46’ Marigliano), Langella (85’ Andrulli), Guarro; Serrano (46′ Giliberti), Catavere (46’ Chiacchio), Stoia (76’ Di Caterino). A disp.: Anatrella, Sannia S., Sannia A., All. Baldassarre

Arbitro: Ancora di Roma 1.

Note: Espulso Infusino al 60’. Spettatori: 650 circa