Caos rifiuti a Nola: Minieri a lavoro per il ripristino del servizio di raccolta

Giorni di lavoro intensi per il sindaco Gaetano Minieri: smaltite le scorie della Festa dei Gigli, il primo cittadino di Nola è al lavoro per risolvere l’intricata questione della raccolta dei rifiuti, complicatasi negli ultimi giorni sia a causa dello stato di agitazione degli operatori ecologici verso la Buttol, ditta appaltatrice del servizio di raccolta e smaltimento per la città bruniana, che a causa dei numerosi rallentamenti operativi occorsi allo STIR di Tufino, impedendo il normale ciclo di carico-scarico dei rifiuti. 

Il sindaco Minieri, già nei primi giorni di lavoro, aveva instaurato un tavolo di confronto tra Comune e Buttol, ottenendo da subito garanzie sul rispetto del capitolato previsto da contratto, con la normalizzazione del servizio di raccolta e l’inizio dei lavori di pulizia nelle principali arterie cittadine e nelle frazioni.

Una sitazione che ha registrato negli ultimi giorni un’impasse, con i dipendenti della Buttol entrati in stato d’agitazione a causa di una serie di mancanze contrattuali vantate, secondo i lavoratori, nei confronti dell’azienda sarnese; uno stato che era stato sospeso temporaneamente durante il periodo della Festa dei Gigli per evitare situazioni di precarietà nella raccolta.

Alla ripresa della protesta dei lavoratori della Buttol nelle giornate di martedì e mercoledì, causando disagi nella raccolta ordinaria, acuiti dallo svolgimento del mercato settimanale, si è aggiunto inoltre lo stop dello STIR, causando la paralisi del servizio, specie per lo smaltimento dei rifiuti di natura indifferenziata.

Il Sindaco Minieri, riconvocato il tavolo, ha preteso il rispetto del contratto da parte della Buttol nonostante le querelle sindacali che intercorrono con i lavoratori, onde evitare qualsivoglia azione legale da parte dell’Ente di Piazza Duomo per interruzione di pubblico servizio.

“Con lo STIR che nel corso dei giorni sta riacquisendo la sua operatività – ha affermato il primo cittadino – la situazione della raccolta dei rifiuti è destinata a ritornare nell’alveo della normalità. Il mio obiettivo è ottenere il pieno rispetto del contratto firmato dalla Buttol; qualora dovessero ripresentarsi in futuro queste situazioni di criticità direttamente imputabili all’azienda, non escludo soluzioni drastiche, quale anche la recessione dal contratto per giusta causa, con tutte le azioni legali che ne derivano. Bisogna però dare atto alla Buttol – continua Minieri – di alcune criticità evidenziate dall’azienda: negli ultimi anni la percentuale di raccolta differenziata in città è in caduta libera anche a causa di cittadini che non rispettano le normali regole del vivere civile”.

Con un nuovo tavolo di confronto fissato per la prossima settimana, il sindaco Minieri, coadiuvato dal dirigente di settore e, con molta probabilità, anche dal futuro assessore al ramo, punterà a stilare un nuovo piano che sia incisivo e puntuale tanto verso la Buttol nell’ottenere un servizio di qualità, quanto nei confronti dei cittadini, con l’attuazione di un programma di premialità per i nolani virtuosi e di severi controlli per coloro che non rispetteranno il piano. “Da primo cittadino lotterò ogni giorno per offrire alla città servizi di qualità, dando sempre la mia piena disponibilità nel risolvere le criticità che i cittadini continuano ad evidenziare anche in questi giorni. Ma c’è bisogno che ognuno di noi faccia la propria parte: solo insieme, con uno spirito di piena collaborazione, possiamo risolvere gli enormi problemi che attanagliano la nostra Nola”.