Caivano ricorda la Shoah e lancia la rassegna “Caivano terra dei libri”

Caivano ricorda la Shoah. Giovedì 31 gennaio, alle ore 19.00 presso la chiesa di San Pietro la manifestazione per ricordare l’Olocausto.

L’evento rappresenta anche il taglio del nastro per la prima edizione della rassegna “Caivano Terra dei Libri”, promossa dall’Associazione Sveglia Caivano. Durante la manifestazione verrà presentato il libro “Arpàd ed Egri”, scritto dal giornalista nolano Angelo Amato de Serpis. Il testo racconta la storia di due tra i più importati allenatori della storia del calcio italiano, Arpàd Weisz ed Egri Erbstein . Idoli negli anni ’30 e ’40, furono costretti ad abbandonare le lori brillanti carriere a seguito delle leggi razziali del 1938.

Caivano ricorda la Shoah

La manifestazione vedrà, inoltre, gli interventi del Prof. Paolo Pollice, Ordinario di diritto civile alla Federico II, nonchè le docenti Prof. Olimpia Di Palo e Prof. Rosangela Mandurino, in rappresentanza del Liceo Scientifico Braucci, che sarà rappresentato anche da alcune classi di studenti.

Presenzieranno alla manifestazione
Caivano ricorda la Shoah ,Don Peppino Esposito, parroco della chiesa di San Pietro, il Prof. Giovanni La Montagna, dirigente scolastico del Liceo Braucci e il Dott. Nino Navas, Fondatore dell’associazione “Sveglia Caivano”, organizzatrice del evento.

Il progetto intende coinvolgere cittadini, parrocchie, scuole, e associazioni – si legge sul profilo Facebook del Dott. Nino Navasin un percorso volto a stimolare il dibattito culturale.La nostra è una vera e propria sfida. La cultura rappresenta il primo passo per ogni rivoluzione. Questa nostra iniziativa rientra pienamente nell’impegno alla cittadinanza attiva, che stiamo portando avanti da tempo. Non esiste nessuna realtà che non possa costruire da sé un futuro migliore, superando criticità e difficoltà. Basta volerlo. Noi ci proviamo ripetendo che Caivano cambia con l’esempio e non con l’opinione”.

Alberto De Sena

Videomaker, fotografo e Social Media Manager classe 1984. Ideatore del portale GiugnoNolano.com. Una sfrenata passione per la tecnologia e per lo sport, ma solo da guardare.